Il Tg1 delle 20 intervista il ‘dottor’ Matteo Renzi sui vaccini: ‘M5S e Lega fanno male ai bambini più deboli’

loading...

Il Tg1 delle 20 ci regala una nuova perla.

Per coprire il tema vaccini la redazione ha intervistato un noto medico, esperto di vaccinazioni, il ‘dottor’ Matteo Renzi, che ha lanciato l’allarme sulle politiche del governo gialloverde:

“Sui vaccini non si può permettere a nessuno di scherzare col fuoco. Su questo provvedimento 5 stelle e Lega hanno fatto male all’Italia e ai bambini più deboli. Un errore clamoroso”.

Il luminare fiorentino faceva riferimento all’approvazione dell’emendamento che contiene il rinvio dell’obbligo vaccinale previsto da un emendamento al decreto Milleproroghe approvato in Senato.

Il ministro della Salute Giulia Grillo, medico vero al contrario del Bomba, laureata con 110 e lode, era già intervenuta sulla questione qualche giorno fa, denunciando che i vaccini “da strumento di prevenzione primaria si sono trasformate in strumento di lotta politica a tratti con toni di guerra di religione”.

Quanto all’emendamento, Grillo ha affermato che la proposta è di iniziativa parlamentare e, non governativa, e “proroga i termini già previsti dal decreto Lorenzin, ribadisco che i bambini dovranno continuare a essere vaccinati e i genitori dovranno ancora presentare le certificazioni”.

“È stata sospesa per un anno – ha precisato – una delle tre forme sanzionatorie previste dalla stessa legge, che prevede il non accesso dei bimbi non vaccinati agli asili nido e alle scuole materne. Nessun passo indietro sull’obbligo vaccinale”.

“Sono un medico prima che un ministro, il resto sono chiacchiere da bar. Come rappresentante del Governo faccio presente ancora una volta, sperando di non dovermi ripetere, che farò di tutto per la promozione attiva delle vaccinazioni,” ha aggiunto il ministro.

Grillo ha fatto anche sapere che è “allo studio dei parlamentari un disegno di legge che prevede un obbligo flessibile nel tempo e nello spazio”.

Fonte:www.silenziefalsita.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


7 + 2 =