Rocco Siffredi e la battuta su Matteo Salvini: “Lo vedrei bene nel porno perchè…”

loading...

In una recente intervista Rocco Siffredi ha rivelato la sua opinione su Matteo Salvini. Il boss del porno, non ha usato “mezze misure” e ha definito il Ministro dell’Interno un sex symbol

Per Rocco Siffredi non c’è alcun dubbio Matteo Salvini ha sbagliato mestiere. Il leader della Lega, per il guru del porno, avrebbe dovuto cimentarsi proprio nel cinema hard piuttosto che nella politica. Ecco cosa ha raccontata in una recente intervista a Rolling stone, la tanto criticata rivista.

Rocco Siffredi e le parole su Salvini

Il grande Rocco Siffredi non si è mai fatto problemi a denudarsi (lo ha fatto per anni per lavoro), ma non in senso fisico. L’ex naufrago è sempre molto schietto e sa dire quello che pensa di tutti senza essere offensivo ma usando una forte dose di ironia che ha sempre conquistato il pubblico italiano.

In un’intervista alla rivista Rolling Stone, duramente criticata per aver preso una posizione netta contro il Ministro degli interni. La rivista, infatti, ha creata una vera e propria campagna facendo nomi e cognomi di chi non condivide per nulla il modo di agire del vicepremier, come Fabio Fazio, I Negramaro, etc.

Salvini, un attore hard perfetto

Per Rocco, anche Salvini avrebbe dovuto cimentarsi nel porno. Il motivo?Con brillanti battute Siffredi rivela osa pensa del Ministro, facendogli pure più di un complimenti sulle sue probabili capacità sessuali.

Ecco cosa ha raccontato alla nota rivista che gli ha chiesto cosa pensasse del fatto che Salvini è stato definito il sex symbol dell’anno ha risposto:

Lo è. Sex symbol è carisma e lui è stato seducente: pare abbia convinto un elettorato sempre più indeciso ad andare verso di lui. Le donne sono attirate da una persona carismatica. Poi alla Lega dicono che ce l’hanno duro e Salvini porta alta la bandiera su questa cosa qui.

Tutto sommato, quindi, Siffredi ha una buona opinione del Ministro dell’Interno. Poi aggiunge anche:

Brutto non è, la faccia da maschio ce l’ha, quindi credo che ci siamo. Ultimamente mi hanno chiesto di fare una votazione su alcuni personaggi e a Salvini non ho dato voti bassi. Sembra un uomo al quale piace la sessualità, non mi sembra asettico.

Il giornalista non ha potuto non fare però la stessa domanda riferendosi all’altro vicepremier, Luigi Di Maio. Siffredi ha un’opinione diversa sul leader pentastellato:

La sua sessualità traspare di meno, lo porterei all’Academy per capire a che livello sta. Ha la faccetta del ragazzo curioso, un po’ perso, non da molta sicurezza a guardarlo. Salvini, invece, lo potrei mettere già in qualche scena e dargli qualche input, nel caso.

fonte: www.kontrokultura.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


7 + 1 =