Il fisco e il contabile Ebreo…(Barzelletta)

loading...

Un funzionario dell’Agenzia delle Entrate va in una Sinagoga per un controllo fiscale sui conti e sui registri.

Alla fine del controllo, trovando tutto in regola, pensa di no poter tornare a casa a mani vuote e inizia a cercare anche le minime irregolarità

Allora chiede al contabile della Sinagoga:

So che utilizzate molte candele per le cerimonie, come le smaltite?

Il contabile risponde:

Vede, noi raccogliamo tutta la cera e poi la spediamo all’industria di candele, che ricicla tutto ciò che è rimasto e ci spedisce le candele nuove, come ben può vedere dalle bolle di accompagnamente emesse e dalle bolle di spedizione.

Il funzionario non ancora contento chiede:

Sono a conoscenza che, sempre per le vostre cerimonie, utilizzate del pane. Come smaltite le briciole che rimangono?

Il contabile un po’ infastidito dice:

Anche qui agiamo sempre in perfetta regolarità, raccogliamo tutte le briciole in queste casse che poi, accompagnate da regolare bolla di accompagnamento, mandiamo al panificio che ci restituisce del pane intero.

Al funzionario, ancora non contento, brillante idea e chiede:

E quando fate la circoncisione, come riciclate la pelle che tagliate?

Il contabile risponde:

Vede, noi la mettiamo in queste casse,

che mandiamo con regolare bolla all’Agenzia delle Entrate e loro,

ogni tanto, ci mandano una testa di c…!

HAHAHAHAH ! ! !

Se questa barzelletta ti ha fatto ridere condividila con i tuoi amici!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


6 + 3 =