Un passeggero nel taxi tocca la … (Barzelletta)

loading...

Un passeggero nel taxi tocca la spalla del tassista per chiedergli qualcosa.

Il tassista fa un grido strepitoso, perde il controllo della vettura, manca per poco un pullman, sbatte contro un marciapiede e si ferma a pochi centimetri da una vetrina.

Ci sono un paio di secondi di silenzio totale, e poi il tassista dice:

“la prego non lo faccia mai più. Mi ha spaventato a morte!”

Il passeggero si scusa e dice:

“non immaginavo che lei si sarebbe spaventato così semplicemente toccandole una spalla!”

“Vabbè non è proprio colpa sua, ma oggi è il mio primo giorno di lavoro come tassista e sa, negli ultimi 25 anni guidavo un carro funebre”.

HAHAHAH ! ! !

Se questa barzelletta ti ha fatto ridere condividila con i tuoi amici !

Eccone un’altra !

Alluvione nel polesine.

Arrivano gli aiuti, e passano il giorno a trasportare i superstiti abbarbicati sui tetti in salvo.

Una barca di soccorritori, ad ogni giro, vede un cappello a fior d’acqua che fa continuamente lo stesso tragitto: altro giro di soccorso e altra veduta del cappello… e così via per tutto il giorno.

Mentre portano in salvo l’ultima famiglia, uno dei soccorritori non può fare a meno di chiedere se sanno che cos’è quel cappello che è tutto il giorno che vedono girare così.

Al che uno risponde: “ah, non preoccupatevi, quello è mio padre, che ieri sera ha detto: domani, piova o non piova, io aro il campo!”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


2 + 6 =