UNA DONNA DI GENOVA VA AL GIORNALE PER METTERE IL NECROLOGIO PER IL SUO POVERO MARITO

loading...

Una donna di Genova va al giornale per mettere il necrologio per il suo povero marito.

Fa all’impiegato tutta lamentosa: -“Mi raccomando, voglio spendere poco!”

-“Eh, signora… dipende da cosa ci vuole mettere!”

-“Giusto lo stretto necessario! Di più non mi è proprio possibile!”

-“Allora cosa vuole scriverci?”

-“Ci metta: «E’ morto Mario Rossi»…”

-“E poi?”

-“Ci metta anche: «tanto amato». Gli volevo così bene, pace all’anima sua!”

-“Allora: «E’ morto Mario Rossi, tanto amato»… fanno 200 mila lire!”

-“Duecentomilaaa??? Così tanto?”

-“Eh, signora cara, queste sono le tariffe per gli annunci!”

-“Senta, ma un pò di sconto non me lo potete fare?”

-“Non so che dirle! Un attimo che lo chiedo al direttore!”

L’impiegato va nell’ufficio del direttore e poi torna: -“Signora… ha detto che lo sconto proprio non glielo possiamo fare! Però per la stessa cifra se vuole ci può aggiungere altre tre parole!”

-“Altre tre parole?? Allora ci metta: «OCCASIONE, VENDESI CITROEN»”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


1 + 9 =